Novità

BANCA ALTO VICENTINO INAUGURA UN NUOVO SPORTELLO A TORREBELVICINO

"Un segnale per il territorio- annuncia il Presidente Drago. Nel momento in cui i grandi gruppi bancari chiudono sportelli, il Credito Cooperativo non abbandona il territorio, ma lo presidia e pensa a nuovi progetti di sviluppo".

Banca Alto Vicentino inaugura l'apertura di una nuova filiale a Torrebelvicino in piazza Aldo Moro. Si tratta della ventiquattresima filiale per la Banca, che ha sede a Schio in Via Pista dei Veneti e che dal 1 gennaio ha completato la fusione con la Cassa Rurale di Roana. Oggi le 3 comunità di Schio, Pedemonte e Roana sono pienamente integrate in una realtà bancaria cooperativa molto presente e molto radicata nelle comunità originarie.
Al taglio del nastro venerdì scorso, oltre al Presidente Domenico Drago e al Direttore generale Roberto Rigato, erano presenti i Consiglieri di amministrazione della BCC. Tra gli invitati anche il Sindaco di Torrebelvicino, Emanuele Boscoscuro, il Vicesindaco Leone Battilotti, rappresentanti istituzionali e dell'Arma dei Carabinieri ed esponenti dell'associazionismo locale.
Una scelta, quella di aprire una nuova agenzia, in controtendenza rispetto alle strategie attuate da altri Istituti di credito, che stanno razionalizzando, anche in modo molto pesante, la loro presenza sul territorio e si trovano a dover tagliare molti servizi all'utenza.
"La nostra invece è una strategia del tutto diversa- annuncia il Presidente di Banca Alto Vicentino, Domenico Drago. Abbiamo valutato interessante e sostenibile l'opportunità di ampliare la rete territoriale dell'istituto nei Comuni che sono rimasti senza Banca o che hanno perso sportelli importanti. Nel caso di Torrebelvicino la richiesta venuta dall'Amministrazione comunale di assicurare un servizio a 6 mila residenti e a oltre 200 imprese ci ha trovati pronti e disponibili- continua Drago. Non si tratta di una mera valutazione del rapporto costi-benefici per la Banca, ma, ragionando in un'ottica più ampia, da Credito Cooperativo, abbiamo pensato all'apertura di una struttura leggera ed efficiente per un presidio bancario che possa essere a sostegno del territorio e del tessuto sociale e produttivo locale. Ormai - sottolinea Drago- siamo rimaste le uniche banche prettamente locali capaci di ragionare controcorrente e di attuare scelte coraggiose a favore delle comunità. Siamo orgogliosi di questa scelta e contiamo di essere ricompensati dalla fiducia che sapremo conquistare in questo Comune".
La filiale sarà governata da un operatore, ma senza la tradizionale operatività di cassa, bensì secondo un modello di gestione più evoluto studiato nell'ambito del progetto "Nuovo Modello Distributivo", attuato con la Federazione Veneta delle BCC.
"Sarà possibile erogare servizi di versamento e prelevamento di contanti e assegni, pagamento di bollettini, ricevute, bonifici e altri pagamenti grazie al dispositivo di ATM evoluto, posizionato in apposita area self, con funzionalità attive H24- conferma il Direttore Roberto Rigato. L'informativa alla clientela sarà garantita dalla presenza di un totem multimediale mentre il supporto commerciale esterno sarà garantito da un team di sviluppo.
La nuova filiale si rivolgerà prevalentemente ai clienti consumatori ed ai piccoli esercizi commerciali. I prodotti e gli aggregati target che contiamo di sviluppare -spiega il Direttore- sono la raccolta diretta, il risparmio gestito, varie forme di assicurativo e parabancario ed i prodotti da banco, come credito al consumo e carte di pagamento. Per prodotti più complessi la filiale si avvarrà del supporto di altre strutture specialistiche della Banca".
"Più di un anno fa spiega il Sindaco di Torrebelvicino, Emanuele Boscoscuro- visto il progressivo abbandono del territorio da parte delle banche tradizionali, ho sottoscritto una richiesta che ho inoltrato alla Banca Alto Vicentino per sostenere l'apertura di uno sportello nel nostro paese proprio da parte di una banca del territorio. Oggi questo desiderio si realizza. Questa nuova apertura - continua il Sindaco- si inserisce perfettamente nel disegno di rinnovamento e rivitalizzazione del centro cittadino, che come amministrazione stiamo portando avanti, ed è un segnale in controtendenza rispetto alla realtà attuale. Infatti mentre nella maggior parte dei paesi i centri si svuotano, l'edilizia si ferma e le banche chiudono, a Torrebelvicino alcuni vecchi edifici vengono ristrutturati, spazi pubblici stanno prendendo nuova vita e una banca apre uno sportello".